12 minuti senza battito cardiaco dopo essere annegata: due settimane dopo è tornata a casa e senza danni permanenti

Alise Nipper, tre anni

Alise Nipper, (Cape Girardeau, Missouri) tre anni, per 12 minuti è rimasta senza battito del cuore dopo essere annegata in piscina.
Ma quando tutto sembrava perso, la forza di volontà di sua madre Jamie l’ha riportata in vita: le ha praticato un incessante massaggio cardiaco fino a quando non è arrivata l’ambulanza. L’ha salvata riportandola in vita.

La madre si è tuffata in acqua per recuperare la figlia che non dava segni di vita: è stata lei, infermiera specializzata in medicina d’urgenza, a praticarle per 12 minuti il massaggio cardiaco sotto gli occhi di amici e parenti che avevano perso le speranze.

Sorprendentemente, l’incidente, di cui Alise non ha memoria, non ha lasciato danni permanenti. «Per il suo cervello passare attraverso quel trauma senza aver subito danni gravi sembra incredibile – ha concluso il dottor Garret – Sono certo che la preghiera, la fortuna e l’intervento divino siano stati i fattori chiave in questa guarigione».

Fonte Il Mattino