Quali sono i valori di Temperatura e Pressione della caldaia

La caldaia domestica normalmente gestisce due temperature: la temperatura per l’acqua calda sanitaria e la temperatura per l’acqua del riscaldamento. I valori di temperatura da impostare sulla caldaia sono perciò due. I valori di temperatura dell’acqua calda sanitaria consigliati sono tra i 40 e 50 gradi. Impostare una temperatura dell’acqua calda sanitaria inferiore a 40 gradi rischiamo di sentire freddo sotto la doccia, mentre un valore superiore a 50 gradi dobbiamo miscelare con acqua fredda producendo un inutile spreco di calore e aumentiamo i consumi di gas. Per quanto riguarda i valori di temperatura consigliati dell’acqua calda del riscaldamento sono […]

» Read more

Controllo e manutenzione caldaia a Pisa costerà di più

Lo scorso 27 dicembre 2016 la Regione Toscana ha approvato una delibera che raddoppia il bollino per il controllo della caldaia che passa da 10 a 20 euro. Si tratta del controllo biennale obbligatorio per tutte le caldaie dove il caldaista dopo l’analisi dei fumi applica il bollino sul Rapporto di Controllo di Efficienza Energetica (RCEE) Sul territorio provinciale pisano è raddoppiato, dopo che nel 2016 il costo era salito da 9 a 10 euro, dal 1 gennaio 2017 passa a ben 20 euro. Dunque sull’importo di spesa di un controllo e manutenzione e verifica fumi, 20 euro sono di […]

» Read more

Regione Toscana regolamenta i controlli di efficienza energetica sugli impianti di riscaldamento – Aggiornamento Gennaio 2017

I controlli sugli impianti termici per la climatizzazione invernale (riscaldamento) ed estiva (condizionamento) degli edifici e per la preparazione dell’acqua calda per usi igienici e sanitari sono disciplinati a livello nazionale dal D.lgs. 192/2005 e, in particolare, dal D.P.R. 74/2013 che ha stabilito i criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici. Allo scopo di uniformare tali procedure sul territorio toscano la Regione Toscana ha emanato una propria disciplina sul tema: il DPGR 3 marzo 2015, n. 25/R “Regolamento di attuazione dell’articolo 23 sexies della legge regionale 24 febbraio 2005, n. 39 (Disposizioni in […]

» Read more

Aggiornamento Gennaio 2017 – Quali sono gli enti competenti per i controlli di efficienza energetica

Dal 1° gennaio 2017 la Regione Toscana riassume tutte le competenze degli enti locali – eccetto il comune di Firenze – in materia di controlli di efficienza energetica. Il Comune di Firenze continua fino al 2018 a operare attraverso una società esterna scelta con gara. Per tutti gli altri territori, nelle more della formazione di una agenzia unica regionale, ogni ambito comunale ha una agenzia regionale di riferimento. Le modalità di invio del RCEE sono indicate da ogni Agenzia sul proprio sito. Ogni Agenzia indica anche le modalità di pagamento all’Amministrazione dei contributi (bollini) che i privati cittadini versano all’amministrazione […]

» Read more

Aggiornamento Gennaio 2017 – In che occasioni vanno effettuati i controlli di efficienza energetica

Per gli impianti termici specificati in Quali controlli di efficienza energetica vanno effettuati si eseguono i controlli di efficienza energetica in caso di: – prima messa in esercizio dell’impianto, a cura dell’installatore; – sostituzione degli apparecchi del sottosistema di generazione, quali il generatore di calore; – interventi che non rientrino tra quelli periodici, ma tali da poter modificare l’efficienza energetica. Per gli stessi impianti termici specificati in Quali controlli di efficienza energetica vanno effettuati si eseguono anche controlli di efficienza energetica periodici, successivi a quelli indicati sopra. Dal 1 gennaio 2017 le periodicità in tutta la Toscana sono quelle definite […]

» Read more

Aggiornamento Gennaio 2017 – Quali controlli di efficienza energetica vanno effettuati

Su quali impianti si fanno i controlli di efficienza energetica? I controlli di efficienza energetica sono obbligatori solo sugli impianti termici superiori a determinate potenze: per l’art. 8 del dpr statale si tratta degli impianti termici di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale maggiore di 10 kW e sugli impianti di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale maggiore di 12 kW. Per verificare se si è sopra tali soglie e quindi soggetti a tali controlli, la faq MISE- 7 contiene due precisazioni importanti: a) per le macchine frigorifere e/o pompe di calore, anche se utilizzate talvolta per riscaldare, […]

» Read more

Aggiornamento Gennaio 2017 – Chi sono i "responsabili di impianto"

Chi è il responsabile dell’impianto termico L’Allegato A al d.lgs. 192/05 definisce il responsabile dell’impianto termico come “l’occupante, a qualsiasi titolo, in caso di singole unità immobiliari residenziali; il proprietario, in caso di singole unità immobiliari residenziali non locate; l’amministratore, in caso di edifici dotati di impianti termici centralizzati amministrati in condominio; il proprietario o l’amministratore delegato in caso di edifici di proprietà di soggetti diversi dalle persone fisiche”. Il responsabile dell’impianto termico è quindi: l’occupante, a qualsiasi titolo, in caso di singole unità immobiliari residenziali; il proprietario, in caso di singole unità immobiliari residenziali non locate; l’amministratore, in caso […]

» Read more

Aggiornamento Gennaio 2017 – Cosa si intende per "impianti termici"

Il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e ss.mm.ii. (di seguito d.lgs. 192/2005), sulla prestazione energetica degli edifici e degli impianti in essi installati, regolamenta per gli stessi fini di efficienza energetica anche l’esercizio, il controllo, la manutenzione e le ispezioni degli impianti termici. La definizione di “impianto termico” del d.lgs. 192/2005 (art. 2, comma 1, l-tricies), nella versione introdotta dalla legge n. 90/2013, recita: l-tricies “impianto termico”: impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato, comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione […]

» Read more

Controllo fumi caldaia raddoppiato il costo del bollino in tutta la Toscana

Dal 1° gennaio 2017 la Regione Toscana, per quanto riguarda i controlli di efficienza energetica, assume tutte le competenze degli enti locali ma in attesa della formazione di una agenzia unica regionale, ogni ambito comunale ha una agenzia di riferimento per l’accertamento ed ispezione degli impianti termici. Per quanto riguarda la provincia di Pisa l’agenzia territoriale di riferimento affidataria unica del servizio di accertamento ed ispezione degli impianti termici è Agenzia Energetica Provincia di Pisa (AEP). La novità principale riguarda il contributo obbligatorio (bollino) che i cittadini pisani sborsano in occasione del controllo di efficienza energetica e manutenzione della caldaia. […]

» Read more