Emanuele Gori

9 ottobre 2014

9 ottobre 1963 -9 ottobre 2014

PER NON DIMENTICARE
LA TRAGEDIA DEL VAJONT

51 anni fa, il 9 ottobre 1963 alle 22.39 un’onda di oltre 300 metri d’altezza scavalcò la diga del Vajont, cancellando in pochi minuti un’intera comunità e causando 1.910 vittime accertate, forse oltre 2mila. Il paese di Longarone e le località vicine furono letteralmente spazzate via dalla furia dell’acqua e del fango che la diga, vanto dell’ingegneria italiana, non riuscì a contenere: l’enorme frana di 270 milioni di m³ di roccia che la sera del 9 ottobre si staccò dal monte Toc, sul versante destro della diga, cancellò dalle cartine un paese, uccidendo quasi tutti gli abitanti che quella sera erano ignari del pericolo che incombeva sulle loro vite.

143.jpg