Che cos’è IRC? Come si usa?

Da “La guida a Internet” di Vittorio Bertola:
IRC (Internet Relay Chat) è il nome di un protocollo e dei relativi programmi client che permettono il dialogo tra un qualsiasi numero di persone tramite messaggi digitati sulla tastiera. Per poter usare IRC è necessario disporre di un programma client e dell’indirizzo di un server IRC, tramite il programma è possibile collegarsi al server.
I server funzionano in un certo senso da “ripetitori”: ciascuna delle persone collegate con IRC spedisce i propri messaggi al server a cui si è collegata, che a sua volta li rispedisce in tempo reale agli altri server collegati con esso.
In questo modo, IRC fornisce la possibilità di chiacchierare, con messaggi testuali, con un qualsiasi numero di persone in qualsiasi parte del mondo.

Ovviamente, se ogni persona collegata ricevesse i messaggi di tutti gli altri utenti che in quel momento stanno usando IRC nel mondo, non riuscirebbe certo a tenergli dietro. Per questo motivo, su ciascuno dei server IRC sono in funzione un certo numero di canali (channels), identificati da un nome letterale, che ne indica l’argomento, preceduto dal carattere #, e che si comportano un po’ come i canali di frequenza di una radio ricetrasmittente: l’utente dovrà collegarsi con uno di questi canali a sua scelta, e in questo caso potrà dialogare con tutti e soli gli altri utenti che in quel momento sono collegati sullo stesso canale in un qualsiasi server IRC.

Per dialogare con altri utenti della rete tramite IRC, quindi, sono necessari due passaggi:

1 Collegarsi ad un server a propria scelta (possibilmente vicino, in modo da diminuire i tempi morti nel dialogo e il carico per la rete);
2 Scegliere uno dei canali (o più di uno) in funzione su quel server.

Le modalità con cui effettuare queste operazioni variano a seconda del programma client che state usando, per cui vi conviene leggere la sua documentazione per capire cosa dovete fare con esattezza; molti dei programmi, comunque, vi permettono di inserire alcuni comandi standard preceduti dal simbolo /, come ad esempio
/JOIN #irchelp per collegarsi con il canale su cui gli utenti esperti forniscono aiuto ai novizi.
Tramite il proprio programma, ottenere una lista di tutti i canali esistenti al momento sul server, con il comando /LIST. Tale lista, comunque, è molto lunga e richiede tempo per essere trasmessa (mediamente, sui server della rete mondiale, ci sono circa tremila canali aperti contemporaneamente), per cui è utile conoscere in precedenza il nome del canale su cui ci si vuole inserire.
Nessun canale esiste per sempre: qualunque utente può aprire un nuovo canale, e successivamente – se è stato lui a crearlo – chiuderlo quando desidera. Spesso, comunque, alcuni canali “registrati” vengono mantenuti automaticamente aperti.

Dopo aver scelto il canale, normalmente compariranno all’interno di una apposita finestra i messaggi digitati dagli altri utenti, di solito preceduti dal nome di chi li ha mandati; per immettere sul canale i vostri messaggi non dovrete fare altro che digitarli sulla tastiera, e quando premerete Invio essi compariranno sul monitor di tutte le altre persone collegate al canale.
Va detto che nel dialogo su un canale IRC gli utenti sono normalmente identificati non dal loro vero nome, ma da un soprannome (nickname) che ciascun utente può scegliere all’interno delle opzioni del proprio client.
Tuttavia è normalmente possibile, tramite un apposito comando, ottenere il nome completo di un utente. I soprannomi non sono unici ne riservati, per cui può succedere che persone diverse usino lo stesso soprannome, sebbene questo sia un evento raro; in questo caso, l’ultimo arrivato deve scegliersi un nuovo soprannome.

Ogni persona che crea un canale diviene l’operatore di canale (channel operator o brevemente ChanOp o addirittura op). Questa persona è il vero e proprio padrone del canale:
ha il diritto di sbattere fuori (kick out) dal canale qualunque utente indesiderato, e inoltre può, volendo, trasformare il canale in un canale privato (private channel), a cui soltanto le persone autorizzate possono collegarsi.
Egli può anche chiudere il canale in qualsiasi momento, oppure nominare altri operatori di canale (in gergo, oppare altre persone). I soprannomi degli operatori di canale sono preceduti dal simbolo @. Se siete interessati a fare l’operatore o a organizzare conferenze testuali su IRC, potete leggere il paragrafo su come creare e gestire un canale IRC.

Se volete organizzare una chiacchierata elettronica tra un certo numero di persone, potreste allora accordarvi con esse sull’ora, sul server IRC e sul canale da usare, quindi all’ora stabilita collegarvi col server, creare il canale, attendere che tutti si siano collegati e quindi trasformarlo in canale privato, in modo che nessuno vi disturbi. In questo modo si possono realizzare vere e proprie conferenze testuali. Esiste comunque la possibilità, tramite gli appositi comandi, di spedire un messaggio privato ad una sola delle persone collegate al canale, o di aprire una finestra di dialogo privato con lui.

Come detto, i vari server IRC al mondo sono in continuo collegamento tra loro, per cui utenti collegati a server diversi possono dialogare sullo stesso canale in tempo reale. Tuttavia, non tutti i server sono collegati con tutti; di fatto, sono nate delle reti IRC (o gruppi), formate da insiemi separati di server che dialogano tra loro: ogni utente potr� quindi dialogare in tempo reale con gli utenti di server che fanno parte della rete IRC del server che sta usando, ma non con quelli di altre reti IRC. Le più grandi reti IRC sono IRCNet (quella cui appartiene il principale server italiano, quello di Pisa), EFNet e Undernet. D’altra parte, esistono anche server non inseriti in alcuna rete IRC: in questo caso, le discussioni avverranno soltanto a livello locale – ossia tra i soli utenti collegati a quel particolare server – con il vantaggio/svantaggio di un minore affollamento.

Alcuni clienti supportano anche un protocollo detto DCC (Direct Client to Client) che permette il dialogo diretto e la spedizione di file tra due utenti IRC senza passare attraverso il server, ma semplicemente stabilendo una connessione diretta tra i loro due programmi clienti. Sostanzialmente questo protocollo prevede tre comandi: Send, per inviare un file ad un altro utente IRC, Get, per accettare un file inviato da un altro utente IRC, e Chat, per iniziare una chiacchierata privata con un altro utente (o accettare la richiesta di DCC chat di un altro utente).

Il modo migliore di cominciare è… fare pratica! Pertanto, vi consiglio di collegarvi con qualche server IRC; alcuni sono:

irc.ccii.unipi.it
irc.tin.it
irc.azzurra.com
irc.roxybar.it
irc.univ-lyon1.fr
noc.belwue.de

(i primi quattro sono italiani, e, come la maggior parte dei server, rispondono sul numero di porta 6667, oppure 6666).

Il canale più usato dagli utenti italiani si chiama ovviamente #italia, tipicamente utilizzato tramite il server di Pisa o quello di TIN (i primi due indicati), che, essendo connessi a una rete mondiale, vi permetteranno di dialogare in italiano o in inglese con tutto il mondo. Il terzo server è invece un “angolino tranquillo”, su una rete IRC esclusivamente italiana, utilizzato in particolare dai frequentatori di Usenet italiana e dai patiti di alcuni argomenti (da X-files ai cartoni animati giapponesi…). Il quarto è invece legato alle trasmissioni televisive “Roxy Bar” e “Help”. Gli ultimi due sono server stranieri, collegati a reti mondiali, che potete utilizzare nel caso quello di Pisa non vi soddisfi.

Su IRC spesso può capitare di imbattersi in acronimi usati in sostituzione di frasi fatte, il più delle volte in inglese ma non necessariamente:

ircwar – serie di azioni svolte da malintenzionati con lo scopo di rovinare la tranquillità della rete
takeover – tipica azione dell’ircwar attraverso la quale un utente prende il controllo di un canale;
nuke – qualunque tipo di attacco in grado di disconnettere un utente dal server irc

ROTFL – Rolling On the Floor Laughing ( “… mi sto rotolando sul pavimento dalle risate”)
RTFM – Read The Fucking Manual (“leggi il fottuto manuale”)
ASAP – As Soon As Possible (“quanto prima”)
RE – REturned (“sono rientrato”)
BTW – By The Way (“ad ogni modo”)
AFAIK – As Far As I Know (“per quanto ne sappia”)
BRB – Be Right Back (“ritorno subito”)
KISS – Keep It Short, Simple! (“falla breve e semplice!”)
LOL – Laughing Out Loud (risata ad alta voce)
AFK – Away From keyboard (non al computer)
FYI – For Your Information (per tua informazione)
IMO – In My Opinion (“secondo me”)
IMHO – In My Humble Opinion (“secondo il mio modesto parere”)
STFU – Shut The Fuck Up. (“chiudi il becco”)
BYOB – Bring Your Own Beer. (“porta la tua birra”)
AKA – Also Known As. (“conosciuto anche come”)
ASL – Age Sex Location. (“Età sesso località”)
LMAO – Laughing My Ass Off. (“mi spacco dalle risate”)
IRL – In Real Life. (“nella vita vera”)
{P} – (“Bacio con la lingua – Usato nello slang Bg di mIRC (IRC)”)

Ecco un elenco dei principali comandi IRC, che quasi tutti i clienti vi permetteranno di inserire direttamente:
/LIST Presenta una lista dei canali attivi sul server. Poichè l’operazione può essere molto lunga, esistono alcune varianti come /LIST #stringa, che mostra solo i canali il cui nome contiene stringa, e /LIST -min n, che mostra solo i canali a cui sono collegati almeno n utenti.
/JOIN #canale Si collega con il canale #canale.
/PART #canale Si disconnette dal canale #canale.
/MSG nick messaggio Spedisce un messaggio privato al solo utente che usa il soprannome nick.
/ME messaggio Manda il messaggio a tutto il gruppo, facendolo precedere dal nickname dell’autore.
/NICK nick Cambia il proprio soprannome in nick.
/WHOIS nick Presenta alcune informazioni (nome, indirizzo E-mail…) sulla persona che sta usando il soprannome nick.
/NAMES #canale Presenta l’elenco degli utenti collegati al #canale.
/TOPIC #canale argomento Cambia l’argomento (topic) del canale #canale.
/QUERY nick Apre una finestra di dialogo privato (query) con nick.
/AWAY messaggio Segnala a chi è collegato al canale e a chi cerca di contattarvi direttamente che siete momentaneamente assente o impegnato, spedendogli il messaggio indicato. (/AWAY e basta segnala che siete tornato a occuparvi dell’IRC!)
/QUIT messaggio Si disconnette dal server IRC, segnalando l’operazione con il messaggio indicato (se presente).

Home Vittorio Bertola

Versione integrale La guida a Internet di Vittorio Bertola

0 pensieri su “Che cos’è IRC? Come si usa?