Emanuele Gori

4 gennaio 2015

Infine, conclude Nardi, le beffa finale: “Nel frattempo, nello stesso ospedale, sono stati banditi concorsi per altre persone che ovviamente avevano dei padrini politici o anche padrini di altro tipo. Per cui c’è sempre questa discrepanza tra quello che si ottiene lavorando e ottenendo i risultati e quello che si ottiene facendosi appoggiare”.

Troppo bravo per fare il primario. La storia di Giuseppe Nardi al San Camillo di Roma – 24 Mattino

C’è sempre questa discrepanza tra quello che si ottiene lavorando e ottenendo e quello che si ottiene facendosi appoggiare’……