Juventus Napoli 1-0. Gol nel finale e primo posto in classifica per i bianconeri

Sport

Insigne: la sconfitta ci fa male. Zaza: siamo noi i più forti
Torino, 14 febbraio 2016 – La Juventus batte di misura il Napoli con un gol nel finale nell’anticipo di ieri sera al Juventus Stadium di Torino.

Tre punti preziosi che permettono ai bianconeri di scavalcare i partenopei in classifica e raggiungere così il primo posto.

L’incontro ha visto il Napoli giocare alto e Allegri ha schierato il 4-4-2. Partita equilibrata con spunti da entrambe le squadre. Il primo tempo termina con le difese che hanno fatto meglio degli attaccanti.

A inizio ripresa il Napoli continua a crederci e un guizzo di Insigne mette in difficoltà il portiere bianconero Buffon che però c’è. Al 62′ Pogba serve Dybala ma il tiro è alto. All’80’ci prova Hamsik che sfiora l’incrocio. Mentre la Juve sembra accontentarsi Zaza beffa il Napoli con un sinistro da fuori all’ 88′.

Insigne: la sconfitta ci fa male – “Non era una partita decisiva, mancano ancora 13 gare e noi continueremo a dare il massimo per arrivare il più in alto possibile”. Così Lorenzo Insigne, dopo l’ 1-0 in casa della Juventus. “E’ successo quell’episodio del gol deviato, ma ora dobbiamo guardare avanti a partire dalla sfida di giovedì in Europa League. Noi siamo convinti di essere un grande gruppo,siamo venuti a Torino ad imporre il nostro gioco come ci chiede Sarri”.
“E’ una sconfitta che fa male, ma bisogna continuare a dare il massimo. Gli spazi erano pochissimi, a mio giudizio però abbiamo fatto una bella partita”.

Zaza: siamo noi i più forti – “Mi sono reso conto dell’importanza del gol appena l’ho fatto. Il campionato non è ancora finito, il Napoli è molto forte. Però adesso siamo davanti, dipende da noi e siamo molto contenti”. Queste le parole di Simone Zaza, match winner di Juventus-Napoli. “I record danno delle soddisfazioni, ma l’obiettivo è vincere lo scudetto. Abbiamo battuto la prima in classifica, ora siamo noi i più forti.Io spero sempre di mettere in difficoltà il mister e di farmi trovare pronto quando serve” conclude.

 

Articolo esterno non prodotto dall'autore.
Il post originale è stato pubblicato su questo sito il