Emanuele Gori

18 aprile 2015

La contrarietà all’esposizione universale #Expo2015 è dovuta al fatto che l’appuntamento è “sinonimo di grandi opere finanziate con denaro pubblico a profitto di pochi e già ricchi” e, per quanto riguarda il lavoro, è una “fiera della precarietà” con contratti a termine “che non prevedono alcun tipo di assunzione al termine del periodo”.

Credo che ci siano ancora molti sprovveduti a non sapere che l’Expo2015 porterà beneficio solo a pochi… i soliti che continuano a votare uomini politic incapaci. 
#Pisa  non solo #Torre pendente

Pisa, tre giorni di occupazione contro Expo 2015

La manifestazione degli studenti di uno dei collettivi alla facoltà di Scienze politiche