Migliorare la pressione dell’acqua con l’autoclave e il press control

Impianto di autoclave

Nel linguaggio corrente l’autoclave è intesa come un sistema automatico utilizzato per elevare o regolare la pressione dell’impianto idraulico quando la pressione dell’acquedotto pubblico non garantisce la distribuzione a tutte le utenze.

Un tipico impianto di autoclave o più correttamente impianto di pressurizzazione è costituito generalmente da una pompa esterna [rif. 6] o immersa [rif. 7] con portata e prevalenza adeguate, da un serbatoio in plastica alimentare contenente l’acqua in arrivo dalla rete idrica e da un press-control: quest’ultimo determina l’accensione e lo spegnimento del motore della pompa in modo tale da mantenere la pressione entro determinati valori.

Emanuele ti consiglia: Porta sempre con te i tuoi documenti quando ne hai bisogno con Dropbox.
Registrati, è gratis! https://www.dropbox.com/

Quando si apre o si chiude un rubinetto il controllo elettronico del press control comanda, rispettivamente, l’avviamento e l’arresto della pompa.
La pompa una volta avviata, si mantiene in marcia sino a quando un qualsiasi rubinetto rimane aperto.

La presenza del serbatoio permette di avere una riserva d’acqua utile per la distribuzione senza avere depressione nella rete pubblica e perchè è proibito l’allacciamento diretto della pompa all’acquedotto.

La ditta G.S.Impianti – Calcinaia (PISA) offre attività di manutenzione programmata e sopralluoghi per la risoluzione di problemi idro-termo-sanitari.
– Contatti e info: www.gsimpianti.org

L’installazione di un autoclave deve essere effettuato da personale qualificato.

Articoli simili a Migliorare la pressione dell’acqua con l’autoclave e il press control

Condividi su: