Muore di cancro a 13 anni, lascia un messaggio dietro lo specchio

athena 13 anni

Le ultime parole di Athena, 13 anni, che si è spenta per un tumore alle ossa: “Non c’è bisogno di piangere, perché so che sarete sempre al mio fianco”.
Il testamento spirituale di Athena Orchard, scritto in 3000 parole con un pennarello dietro allo specchio della sua cameretta.

I suoi genitori, come scrive Huffington Post il 5 giugno, hanno trovato il messaggio mentre con immenso dolore facevano ordine tra gli oggetti della bambina. Una lettera d’addio piena di emozioni, scritta pochi mesi prima di morire. Non nelle pagine di un diario o su dei fogli di carta, bensì sul retro del suo specchio.
E che inizia così: «Ogni giorno è speciale, viveteli tutti al massimo. Domattina potrebbe capitarvi una malattia mortale come è successo a me, ma la vita è brutta solo se noi la consideriamo tale».
E ancora: «La felicità dipende da noi stessi, è una direzione, non una destinazione. E ricordate che la vita è fatta di alti e bassi, ma gli alti senza i bassi non avrebbero senso».
E poi l’amore. «L’amore è raro, è come il vento: si può sentire, ma non si può vedere. La vita è un gioco per tutti e l’amore è il premio».
Il suo personale rapporto con l’amore? «Sto aspettando di innamorarmi di qualcuno, qualcuno cui poter aprire il mio cuore», scrive.
Sottolinea che «nulla è per sempre», che «la gente cambia».
E conclude: «Non c’è bisogno di piangere, perché so che sarete sempre al mio fianco».