Olimpiadi della sicurezza

Più di 10.000 uomini delle forze dell’ordine “in campo” per la sicurezza dei XX Giochi olimpici invernali di Torino.
Un piano che si ispira all’esperienza maturata dall’Italia nella gestione di grandi eventi, dalla firma del Trattato costituzionale nel 2004 ai funerali di Giovanni Paolo II e alla cerimonia del nuovo pontificato di Benedetto XVI. Ma la “partita” vera è quella che si giocherà sulle piste olimpioniche: quella dello sport.