PHP compie dieci anni

Sono passati dieci anni ormai da quanto Rasmus Lerdorf pubblicò, l’8 giugno 1995, sul newsgroup comp.infosystem.www.authoring.cgi l’annuncio della versione 1.0 dei suoi Personal Home Page Tools (PHP)

In un Web dove i documenti visitabili erano ancora nella maggior parte statici, PHP venne rilasciato inizialmente come una set di macro CGI scritte in C che permetteva l’automazione di alcune delle attività di amministrazione delle pagine HTML.

Forte di una comunità Open Source che fin da subito ha creduto nelle potenzialità del progetto, PHP ha saputo raggiungere nel 2000 la cifra di due milioni di Server Web che ne utilizzassero l’interprete, superando nel 2002 la quota di dieci milioni e continuando a mantenere tutt’ora un trend di crescita positivo.

Presentandosi oggi come un linguaggio di Scripting Server Side completo e particolarmente flessibile, PHP (PHP: Hypertext Preprocessor) viene utilizzato nella realizzazione di progetti di diverse natura e dimensioni ed è utilizzabile praticamente sulla quasi totalità dei Server Web disponibili.

Fortemente orientato all’interazione con i DataBase Management System (DBMS), tramite le funzioni di PHP è possibile accedere alla maggior parte dei DBMS esistenti; con il rilascio della versione 5 avvenuto pochi mesi fa ha inoltre ottenuto una maggiore implementazione della programmazine orientata agli oggetti.