Serie A. Derby Inter-Milan 1-0. Gol di Guarin. Mancini:”La classifica ora non conta”.

Sport

Milano, 14 settembre 2015 – Si è giocato ieri sera, domenica 13 settembre, alle ore 20:45 allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, il posticipo di calcio valido per la terza giornata di campionato di serie A tra Inter e Milan che ha avuto come risultato la vittoria dei nerazzurri per 1-0, risultato che permette agli uomini di Roberto Mancini di festeggiare la prima posizione solitaria nella classifica di serie A con 9 punti a punteggio pieno.

La partita: Luiz Adriano si divora una ghiotta occasione da gol e stessa cosa avviene alla fine della prima frazione di gioco con Icardi.
Nel secondo tempo partita ancora in equilibrio fino al minuto 58′ quando arriva il gol che decide il derby con bella azione personale di Guarin che segna. Il Milan cerca il gol del pareggio: dentro anche Mario Balotelli, fischiatissimo dai tifosi interisti sia durante la lettura delle formazioni che al suo ingresso in campo. Balottelli sfiora più volte il gol trovando sempre contro il portiere Handanovic e il palo.

Cristián Zapata commenta: “Siamo tristi per aver perso il derby giocando così. Abbiamo avuto tante occasioni per fare gol. Questo lascia l’amaro in bocca. Il gol? Avremmo dovuto avere un uomo su di lui. Io ho seguito Icardi, Guarin è stato furbo ed ha fatto un gran gol”.

Soddisfatto Fredy Guarin che commenta a margine della partita: “Un gol come questo rimarrà nella storia. Stiamo dimostrando che abbiamo valore, ma dobbiamo continuare a pensare partita dopo partita. In questa squadra c’è più qualità e si vede. La squadra ha fatto benissimo e ha dimostrato che stiamo pensando, in grande, a tornare al vertice. Lo scudetto? La strada è ancora lunghissima”.

Il tecnico dell’Inter, Roberto Mancini, ha commentato: “La classifica ora non conta: ci vorranno 10-15 partite per far sì che il campionato si assesti. La Juventus, a esempio, ritornerà protagonista. Scudetto? La strada è lunga e noi dobbiamo lavorare non molto, moltissimo. Medel? Può giocare in tutti i ruoli, quando tornerà Miranda avrà comunque spazio, anche se magari non giocherà tutte le partite”.
Sul ritorno di Balotelli: “Quando è entrato ci ha messo in difficoltà, se lo lasci tirare corri dei rischi: l’ho visto abbastanza bene.”

 

Articolo esterno non prodotto dall'autore.
Il post originale è stato pubblicato su questo sito il