Tassista lascia a terra Pancalli, dirigente del Coni

Pancalli

Torino – Luca Pancalli, numero uno nazionale del Comitato Paralimpico, in carrozzella è rimasto un po’ interdetto.

«Possiamo sceglierle di farle o non farle. Io non trasporto carrozzine», ha ribattuto l’autista dell’auto bianca che si è chiuso nella sua Seat Altea.
Dopo essersi chiuso in taxi l’autista non ha più voluto fornire indicazioni, nonostante le insistenze dell’assistente di Pancalli, molto irritata per il suo comportamento.

L’articolo 35 del regolamento dei taxi, che vige a livello di città metropolitana, è molto chiaro: “Il servizio taxi è accessibile a tutti i soggetti portatori di handicap. La causa dell’handicap non può costituire motivo di rifiuto alla prestazione”. E la carrozzina, si legge poco più sotto, deve essere trasportata gratuitamente. Gli spazi interpretativi sono pochi.

I rappresentanti dei tassisti per calmare la polemica dice la solita frase di rito: “Andremo a fondo della questione per noi la qualità del servizio è fondamentale”. E cosi tutti a posto con la coscienza.

Fonte La Repubblica