Emanuele Gori

23 aprile 2015

Ucciso “per errore” da un raid Usa.
 Il cooperante italiano Giovanni Lo Porto ha perso la vita in un’operazione antiterrorismo americana condotta con un drone contro al Qaeda e avvenuta al confine tra Pakistan e Afghanistan lo scorso gennaio.
Oltre a Lo Porto, ha spiegato la Casa Bianca prima della conferenza stampa di Barack Obama, è stato ucciso anche un ostaggio americano, Warren Weinstein, 72 anni.
Alle famiglie di entrambi il governo degli Stati Uniti fornirà risarcimenti.
L’episodio, quindi, è avvenuto tre mesi fa.
Un lasso di tempo consistente che tuttavia per i vertici del Copasir e del Dis (Dipartimento di informazione per la sicurezza) è stato necessario perché “serviva individuare i corpi e verificare tutto con il dna” e perché “le verifiche sono complesse”. 

Giovanni Lo Porto ucciso a gennaio da drone Usa in Pakistan. Boldrini: “Preoccupante non averlo saputo prima” – Il Fatto Quotidiano

Ucciso “per errore” da un raid Usa. Il cooperante italiano Giovanni Lo Porto ha perso la vita in un’operazione antiterrorismo americana condotta con un dro