ADSL: quella italiana è la più cara d’ Europa

Le ADSL in Italia costano tanto perchè nel mercato non c’e’ abbastanza concorrenza. L’ unico modo che resta per far calare i prezzi all’ utente, e’ che si tenga alta l’ attenzione sulle offerte all’ ingrosso che l’ex monopolista fa agli operatori concorrenti. Ed in particolare, tra 15 giorni usciranno finalmente i prezzi all’ ingrosso dell’ offerta detta Bitstream, e se verranno rispettati i criteri stabiliti dall’ Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, i nostri prezzi si dovranno allineare ai migliori Paesi europei.

Tanto è vero che i dati frutto dell’ analisi di AIIP sui migliori Paesi europei, assunta agli atti dalla Autorità , portano a risultati che convergono, nella sostanza, con l’ inchiesta portata avanti da Altroconsumo, la quale invece guarda agli effetti. I consumatori pagano lo scotto di prezzi all’ ingrosso troppo salati. Non è più ammissibile pagare costi non giustificati, frutto di contabilità regolatorie poco trasparenti e non aggiornate. Altri Paesi, come la Danimarca, il Belgio e il Portogallo, sono arrivati al successo proprio tenendo conto delle singole componenti di costo di una impresa efficiente e partendo dal basso, si direbbe, pezzo dopo pezzo, e non dal bilancio, a ritroso.

Avere subito dei prezzi Bitstream allineati alla migliore pratica europea significa abbassare di molto i prezzi ai consumatori e far fiorire una industria dei servizi che oggi è assente ed è la causa che ci relega in fondo alla classifica della competitività e dell’ innovazione.

http://www.aiip.it/

Technorati Tags: , , , aiip