Il caldo afoso fa percepire al nostro corpo temperature superiori a quelle reali, ad esempio: con una temperatura di 34°C e un tasso di umidità del 35%, il nostro corpo percepirebbe una temperatura di ben +39°C! La sensazione di caldo che il nostro corpo percepisce è strettamente legata all’umidità. Quello che possiamo fare è essere pronti a combattere l’umidità che rende più difficile la sudorazione e aumenta quindi il malessere. Un compito che non si può certo affidare a un ventilatore. Occorre riuscire a mantenere la temperatura percepita in casa ideale in ogni momento: un risultato che possiamo ottenere sfruttando le caratteristiche offerte dai moderniContinua a leggere…

I moderni climatizzatori oggigiorno non ci vengono in aiuto solo nella stagione estiva per contrastare l’afa abbassando la temperatura, ma ci permettono di scaldare ambienti nel periodo invernale. Nel caso di funzionamento in riscaldamento si dice che il climatizzatore lavora in pompa di calore. Il principio di funzionamento come pompa di calore nella stagione fredda che come condizionatore d’aria nella stagione calda utilizza gli stessi componenti semplicemente facendo commutare nell’unità esterna (montata all’esterno del locale) una valvola a 4 vie detta valvola d’inversione di ciclo che, invertendo il senso di circolazione del fluido refrigerante nel circuito trasforma, di fatto, il condensatore in evaporatore e viceversa.Continua a leggere…

Il caldo è già arrivato prepotente e il condizionatore d’aria per molti è l’elettrodomestico più usato e importante per sfuggire all’afa di quest’estate 2015 Per un uso responsabile e evitare eccessivi consumi energetici: È importante lasciare spazio libero intorno all’elemento esterno, del condizionatore split, per garantire una corretta circolazione dell’aria. Mantieni chiusa la porta della stanza da raffreddare per evitare che il condizionatore lavori al massimo regime. Tieni chiuse le finestre della stanza dove è montato il condizionatore e, se possibile, durante il giorno tieni le tapparelle abbassate in modo che il locale non si surriscaldi con la luce del sole. Spegni o aumenta laContinua a leggere…

Ecco alcune informazioni di carattere generale per una corretta installazione di condizionatori split. Il punto critico nell’installazione dei condizionatori split è la posa in opera e il collegamento delle tubazioni frigorifere. In questa operazione è necessario seguire alcune regole fondamentali per il buon funzionamento dell’impianto. Utilizzare esclusivamente tubo in rame ricotto per refrigerazione, nei diametri prescritti nei manuali d’installazione. Non usare tubo in rame per riscaldamento perchè potrebbero contenere piccole impurità in grado di ostruire irrimediabilmente il circuito frigorifero. Avere cura di tenere le estremità dei tubi sempre chiusi, sia durante il magazzinaggio e il trasporto che durante la posa, per evitare che umidità eContinua a leggere…

Con queste note si vogliono fornire informazioni di carattere generale per una corretta installazione di condizionatori split. L’importante nell’installazione dei condizionatori split è la posa della tubazione frigorifera e i collegamenti frigoriferi. In questa operazione è necessario seguire alcune regole fondamentali dalle quali può dipendere il buon funzionamento dell’impianto. Utilizzare esclusivamente tubo di rame ricotto e diossidato per refrigerazione, nei diametri prescritti nei manuali d’installazione. Non usare tubi di rame per riscaldamento e/o impianti sanitari perchè potrebbero contenere impurità in grado di ostruire il circuito frigorifero. Avere cura di tenere le estremità dei tubi sempre chiusi per evitare che acqua o impurità possono entrarvi. UltimataContinua a leggere…

La pulizia dei filtri dell’aria degli impianti d’aria condizionata va eseguita periodicamente. Ad intervalli regolari è consigliabile lavare i filtri con acqua corrente tiepida (sotto i 40 °C), un’operazione semplice che può eseguire qualunque persona. E’ importante pulire i filtri dell’aria del climatizzatore, non solo per assicurarci un perfetto funzionamento al momento della riaccensione, ma anche per essere sicuri che l’aria che respiriamo sia pulita e salutare. Infatti un classico malfunzionamento dell’aria condizionata è dovuto al filtro dell’aria sporco che riduce il flusso d’aria attraverso la batteria alettata dell’unità interna (evaporatore) e abbassa la capacità di refrigerazione. In questo caso la pulizia del filtro ripristinaContinua a leggere…

La pompa di calore, nel campo della climatizzazione invernale, è una macchina che cambia la direzione di scorrimento del fluido refrigerante con una valvola reversibile e permette così sia di apportare e sia di estrarre calore da un locale di un edificio e rappresenta un mezzo per migliorare il livello di comfort degli ambienti abitativi e di lavoro. La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire calore da un ambiente a temperatura più bassa ad un altro a temperatura più alta. Opera con lo stesso principio del frigorifero e del condizionatore d’aria, ma è reversibile; infatti attraverso una valvola quattro vie èContinua a leggere…

A partire dal 1° giugno 2014 è entrato in vigore il decreto del Presidente della Repubblica n°74 del 2013 riguardante i nuovi modelli di “Libretto di impianto per la climatizzazione” e di “Rapporto di efficienza energetica“. Aggiornamento: la normativa sui nuovi libretti e sui nuovi modelli per il controllo di efficienza energetica per condizionatori e caldaie è stata rimandata al 15 ottobre. Con il D.M. 10/02/14 entrato in vigore il 1 giugno 2014 arriva il nuovo Libretto di impianto per la climatizzazione con i seguenti obblighi: deve essere redatto per tutti gli impianti, esistenti e di nuova installazione; deve essere redatto per tutti gli impiantiContinua a leggere…

Il refrigerante R-22 noto anche come Freon 22 è un idroclorofluorocarburo (HCFC) che veniva comunemente utilizzato negli impianti di refrigerazione e condizionamento. Una volta rilasciato nell’aria, subisce complesse reazioni chimiche, riducendo la quantità di ozono, provocando il drammatico problema “buco nell’ozono”. Dal 1 Gennaio 2010, il Regolamento Europeo 2037/2000, integrato dal Regolamento Europeo 1005/2009 , vieta la vendita e l’uso in manutenzione dei refrigeranti HCFC quale il Freon R-22, per la ricarica degli impianti di refrigerazione e condizonamento. Le normative italiana e comunitaria in vigore prevedono che gli HCFC come il Freon R-22 prelevati dagli impianti di condizionamento e/o refrigerazione, in occasione di operazioni diContinua a leggere…

In questi giorni ha fatto molto caldo! Avete acceso l’aria condizionata? Molti non possono farne a meno, magari perchè in casa vivono anziani o bambini che non tollerano molto bene il caldo afoso di questi giorni. Prima di accendere l’aria condizionata Vi siete preoccupati di pulire i filtri? La manutenzione stagionale del condizionatore d’aria di casa però non deve essere ridotta alla sola pulizia e disinfezione dei filtri ma deve comprendere anche la pulizia della batteria alettata e se necessaria del ventilatore dell’unità posta all’interno del locale poichè anch’essi esposti alla polvere e agli agenti inquinanti eventualmente presenti. Affidarsi a un professionista qualificato per laContinua a leggere…