Dal 1° giugno 2014, ogni impianto di riscaldamento e raffrescamento deve essere accompagnato da un libretto in grado di raccontare la vita dell’apparecchio, dall’installazione fino alla rottamazione, indipendentemente dalla loro data di installazione, devono essere muniti di un “libretto di impianto per la climatizzazione” conforme al nuovo modello. Aggiornamento: Con decreto del Ministro dello Sviluppo economico 20 giugno 2014, è stata introdotta una proroga. La proroga comporta di fatto che, a partire dal 15 ottobre 2014, a seguito di nuove installazioni di impianti termici o in occasione di controlli periodici di efficienza energetica previsti dal D.P.R. n. 74/2013 o degli interventi su chiamata di manutentoriContinua a leggere…

Arriva la stagione estiva e inizia la 20ª edizione del campionato mondiale di calcio Brasile 2014 Per molti arriva anche il momento di accendere il condizionatore d’aria per migliorare il comfort soprattutto per bambini ed anziani. Prima di rimettere in funzione il condizionatore è consigliatissimo pulire i filtri dell’aria lavandoli con acqua fredda e sapone neutro. Inoltre è utile procurarsi uno spray igienizzante per condizionatore da spruzzare sul filtro, dopo che è asciutto e sulla parte interna alettata del condizionatore per eliminare muffe, batteri e cattivo odore. Così si migliora l’efficienza dell’apparechio e si evitano fastidi respiratori causati dalla scarsa pulizia dei filtri. Anche unContinua a leggere…

Un impianto di condizionamento o climatizzazione ha il compito di raggiungere e mantenere le condizioni di benessere e di comfort sopratutto l’estate tramite la funzione di raffreddamento dell’aria. Per assicurare un corretto funzionamento del condizionatore è consigliata una manutenzione annuale per evitare spiacevoli sorprese proprio durante i mesi più caldi. Tra le cause di perdita dell’efficienza del condizionatore con conseguente calo del raffredamento dell’aria è la perdita del gas refrigerante all’interno del circuito. A volte a causa di una perdita non individuata o di piccole improvvise rotture al circuito il gas refrigerante diminuisce di quantità e il condizionatore non raffredda più come prima. In pratica,Continua a leggere…

“L’aria condizionata è infatti un importante presidio per vivere meglio quando fa caldo – spiega il Ministro della Salute – ci fa stare più tranquilli, sudare di meno ed anche sul luogo di lavoro, migliora il benessere individuale e quindi anche la produttività. L’aria condizionata è di sicuro l’elemento più importante per prevenire le nefaste conseguenze delle ondate anomale di calore” In generale, però, una serie di semplici abitudini comportamentali e misure di prevenzione possono contribuire a ridurre notevolmente le conseguenze nocive delle ondate di calore. Evitare di uscire all’aria aperta nelle ore più calde cioè dalle ore 11.00 alle 18.00. Se si esce nelleContinua a leggere…

I moderni climatizzatori da un lato migliorano sensibilmente il livello di comfort e dall’altro riducono i consumi energetici ed inoltre i migliori prodotti sono costruiti con un materiale plastico riciclabile e utilizzano il nuovo refrigerante R410 che non danneggia l’ozono. Il vecchio gas refrigerante R22 dal 1° gennaio può essere riutilizzato solo come gas riciclato o rigenerato ad un prezzo sempre più alto. La scelta più vantaggiosa è quella di sostituire il vecchio impianto di climatizzazione, con l’obbligo però di cambiare le tubazioni esistenti o bonificarle utilizzando detergenti molto nocivi per l’ambiente. Mitsubishi Electric ha realizzato il sistema “Replace Technology” che permette di riutilizzare leContinua a leggere…

Arriva la stagione estiva e con il caldo arriva anche il momento di accendere il condizionatore d’aria in modalità raffrescamento per poter trascorrere i mesi più caldi in tranquillità e rendere le notti più riposanti. Tuttavia per apprezzare un ambiente confortevole climatizzato è consigliata una manutenzione prima dell’inizio della stagione estiva per verificare che il condizionatore d’aria sia in buono stato e che sia in piena efficienza ed evitare cosi spiacevoli sorprese proprio durante questo periodo. A volte capita di scoprire che il condizionatore d’aria comincia a perdere acqua o che non raffresca a sufficienza o che il motore esterno sia rumoroso. Percui la manutenzioneContinua a leggere…

Tutti i condizionatori d’aria dispongono di filtri dell’aria che nel corso del tempo accumulano polveri, batteri, muffe e tante altre possibili fonti di allergie. Pertanto la pulizia dei filtri degli impianti d’aria condizionata è indispensabile e va eseguita ad intervalli regolari e con estrema cura. Personalmente consiglio di pulire i filtri dell’aria condizionata almeno due volte l’anno, lavandoli sotto l’acqua corrente e una volta asciutti applicando un prodotto sanificante per garantire un’azione antibatterica e germicida. Generalmente l’intervento di manutenzione comprende: la pulizia dei filtri dell’aria condizionata; la sanificazione dei filtri e della batteria alettata dell’unità interna; la pulizia della batteria dell’unità esterna; il controllo delloContinua a leggere…

Tutti i condizionatori d’aria dispongono di filtri dell’aria che nel corso del tempo accumulano polveri, batteri, muffe e tante altre possibili fonti di allergie. Pertanto la pulizia dei filtri degli impianti d’aria condizionata è indispensabile e va eseguita ad intervalli regolari e con estrema cura. Personalmente consiglio di pulire i filtri dell’aria condizionata almeno due volte l’anno, lavandoli sotto l’acqua corrente e una volta asciutti applicando un prodotto sanificante per garantire un’azione antibatterica e germicida. Generalmente l’intervento di manutenzione comprende: la pulizia dei filtri dell’aria condizionata; la sanificazione dei filtri e della batteria alettata dell’unità interna; la pulizia della batteria dell’unità esterna; il controllo delloContinua a leggere…

L’avaria più temuta di un condizionatore è la bruciatura del motore elettrico del compressore generalmente situato nell’unità esterna. I motivi che possono provocare la bruciatura dell’avvolgimento del compressore ermetico di un condizionatore sono tanti e di natura diversa. Di solito il motore del compressore non si brucia molto facilmente ma avviene dopo una lunga agonia, infatti gli avvolgimenti del motore del compressore si scandano sempre di più e l’olio di lubrificazione a causa dell’alta temperatura inizia a decomporsi generando acidi fortemente aggressivi che corrodono lentamente l’isolamento dell’avvolgimento del compressore e i materiali metallici con cui sono a contatto fino a quando arriva la bruciatura perContinua a leggere…