In una caldaia tradizionale a camera stagna o chiusa il ventilatore ha il compito di espellere i fumi dalla camera di combustione all’esterno dell’immobile. Il ventilatore è composto di un avvolgimento elettrico alimentato a 230Vac tramite la scheda elettronica. Allo scopo di assicurarsi che il ventilatore svolga propriamente la sua funzione, è montata generalmente una presa di pressione tipo venturi all’interno dello stesso che rileva un segnale di pressione letto dal pressostato aria e comunicato alla scheda elettronica. Dalla pressione rilevata si può quindi verificare se i fumi sono adeguatamente evacuati. Durante le operazioni di manutenzione della caldaia è buona norma ispezionare il ventilatore eContinua a leggere…

Normalmente i contenitori d’acqua calda per uso potabile (bollitori e serbatoi) sono provvisti di un rivestimento passivo per la protezione contro la corrosione elettrochimica favorita dall’acqua. Dato che praticamente non esiste una protezione antiocorrosiva passiva che possa garantire al 100% la copertura totale delle pareti di un bollitore, occorre intervenire con una ulteriore protezione attiva che tradizionalmente è costituita da un anodo di magnesio detto anodo sacrificale, che ovviamente è soggetto a consumo. L’anodo di magnesio consumandosi necessita di periodica sostituzione percui almeno una volta ogni due anni con opportuna ispezione quando è consumato và sostuito. L’anodo di magnesio è installato anche nelle caldaie predisposteContinua a leggere…

Stai cercando un servizio di assistenza caldaie nella zone di: Bientina, Buti, Calci, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Cascina, Castelfranco di Sotto, Chianni, Crespina, Fauglia, Lajatico, Lari, Lorenzana, Montescudaio, Montopoli, Palaia, Peccioli, Pomarance, Ponsacco, Pontedera, San Giuliano Terme, San Miniato, Santa Croce sull’Arno, Santa Maria a Monte, Terricciola, Vicopisano e Pisa. La manutenzione della caldaia a gas eseguita periodicamente ogni anno nè ottimizza il funzionamento minimizzando la possibilità di malfunzionamenti e riduce pericolosi rischi all’interno dell’ambiente di installazione della caldaia. Soltanto un impianto controllato e sottoposto a manutenzione periodica da parte di personale qualificato e specializzato è sicuro. Pertanto una ditta qualificata di assistenza caldaie offreContinua a leggere…

Con l’arrivo del freddo è sempre bene controllare che la caldaia e l’impianto di riscaldamento siano in regola con la manutenzione e la “prova fumi”, senza dimenticare il nuovo libretto di impianto da compilare. Un impianto di riscaldamento efficiente permette di risparmiare nei consumi quotidiani. Per questo è importante prestare massima attenzione alla revisione della caldaia: una corretta manutenzione corrisponde una maggiore sicurezza e un minore consumo. I controlli che devono essere effettuati dal manutentore sono quelli indicati nel libretto di uso e manutenzione e sicuramente devono comprendere alcuni controlli fondamentali quali: l’efficienza del sistema di aereazione e ventilazione del locale, ovvero che le preseContinua a leggere…

E’ arrivato il 2015, però non dimentichiamoci che dal 15 ottobre 2014 in caso di nuove installazioni e/o controlli periodici alla caldaia è obbligatorio l’uso del nuovo modello del libretto d’impianto per gli impianti di climatizzazione invernale (riscaldamento) e/o estiva (condizionamento). Al momento della manutenzione il manutentore che arriverà compilerà questo nuovo libretto con tutti i dati aggiungendo tutti gli impianti che fino a quel momento potranno essersi aggiunti alla casa. Il vecchio libretto di impianto era relativo solo alla caldaia e non va buttato ma conservato perché contiene tutto lo storico del nostro generatore. Gli impianti delle case iniziano a diventare sempre più complessiContinua a leggere…

L’acqua, sottoposta ad una fonte di calore si riscalda, aumentando di volume. I costruttori di caldaie per risolvere tale incremento hanno inserito all’interno della caldaia un componente in grado di contenere questo aumento di volume per evitare pericolosi aumenti di pressione dell’acqua in un impianto a circuito chiuso di riscaldamento. Il vaso di espansione a membrana per caldaia, è un dispositivo adatto ad assorbire l’aumento del volume dell’acqua in funzione dell’aumento della temperatura in un impianto di riscaldamento chiuso. Funzionamento del vaso di espansione in una caldaia In un impianto di riscaldamento chiuso l’acqua è incomprimibile e ogni incremento di volume dovuto all’aumento della suaContinua a leggere…

A partire dal 1° giugno 2014 è entrato in vigore il decreto del Presidente della Repubblica n°74 del 2013 riguardante i nuovi modelli di “Libretto di impianto per la climatizzazione” e di “Rapporto di efficienza energetica“. Aggiornamento: la normativa sui nuovi libretti e sui nuovi modelli per il controllo di efficienza energetica per condizionatori e caldaie è stata rimandata al 15 ottobre. Con il D.M. 10/02/14 entrato in vigore il 1 giugno 2014 arriva il nuovo Libretto di impianto per la climatizzazione con i seguenti obblighi: deve essere redatto per tutti gli impianti, esistenti e di nuova installazione; deve essere redatto per tutti gli impiantiContinua a leggere…

Dal 1° giugno 2014, ogni impianto di riscaldamento e raffrescamento deve essere accompagnato da un libretto in grado di raccontare la vita dell’apparecchio, dall’installazione fino alla rottamazione, indipendentemente dalla loro data di installazione, devono essere muniti di un “libretto di impianto per la climatizzazione” conforme al nuovo modello. Aggiornamento: Con decreto del Ministro dello Sviluppo economico 20 giugno 2014, è stata introdotta una proroga. La proroga comporta di fatto che, a partire dal 15 ottobre 2014, a seguito di nuove installazioni di impianti termici o in occasione di controlli periodici di efficienza energetica previsti dal D.P.R. n. 74/2013 o degli interventi su chiamata di manutentoriContinua a leggere…

La caldaia a gas è un apparecchio tecnologico piuttosto complesso e per un efficiente funzionamento la pulizia e manutenzione è un operazione che va effettuata almeno una volta all’anno. Una caldaia col bruciatore sporco e non regolata bene produce meno calore e brucia più combustibile. Per la regolarità ed economicità di funzionamento della caldaia oltre ad aumentare la longevità e sicurezza dell’apparecchio, le stesse case produttrici consigliano di eseguire una pulizia ed un controllo periodico annuale come riportato sul libretto di uso e manutenzione delle loro caldaie. Oltre alle operazioni previste secondo le prescrizioni delle vigenti norme eseguite dal manutentore incaricato, alcuni controlli che l’utenteContinua a leggere…

Clicca sull’immagine per ingrandire il documento o scarica l’intero documento in pdf: RT_circolare 697-2007. La Circolare sulla applicazione del D.Lgs. 192/2005 in merito alla attività di manutenzione e controllo degli impianti termici civili inizia a pagina 18 del documento. Il DPR 16 aprile 2013, n. 74 definisce valori e limiti di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici degli edifici privati e pubblici. Nell’adeguare la normativa nazionale le Regioni e le amministrazioni locali hanno però facoltà di fissare requisiti minimi e modalità dei controlli. Nella Provincia di Pisa per le caldaie di casa (potenza inferiore nominale al focolare 35 KW) i controlli diContinua a leggere…