Computer zombi – zombie

zombi computer.jpg

I computer zombi o zombie sono computer compromessi infettati da virus, generalmente tipo trojan, utilizzati all’ insaputa dell’ utente, per inviare PHISHING, SPAM e talvolta attacchi DDoS.

Secondo il Rapporto Sophos sulla sicurezza per il 2007, il 90% di tutto lo spam in circolazione proviene attualmente da computer zombie, anche noti come botnet, controllati a distanza dai cracker per mezzo di Trojan, worm e virus.

Per assumere il controllo di un PC e sfruttarlo per inviare spam, non è necessario infatti che un hacker risieda nello stesso Paese in cui si trova il suddetto computer.
Una rete di computer zombie è in grado di inviare centinaia di milioni di messaggi di spam nell’ arco di poche ore, quindi il problema dei botnet si presenta ostico per coloro che sono impegnati a vigilare sulla Rete e a renderla sicura.

Qualunque sia la propria sede operativa, lo spammer può sfruttare connessioni a banda larga insicure, in qualunque parte del globo, per inviare messaggi commerciali indesiderati.
Il denaro è oggi il movente principale della maggior parte degli autori di virus e spammer.
Mentre, in passato, il malware era opera di esibizionisti e megalomani, oggi non è che uno strumento per generare profitti attraverso il furto di identità , il phishing, l’ adware, gli attacchi DoS distribuiti, e persino il ransomware.

Fonte Rapporto Sophos sulla sicurezza per il 2007