Categorie
Manutenzione Caldaia

Pulire e controllare la caldaia a condensazione

Ogni anno pulire la caldaia a condensazione è una piccola spesa che ci ritroviamo in futuro

Psss... Lo sai che puoi inserire la tua pubblicità proprio qua ? Info

La pulizia e il controllo funzionale della caldaia a condensazione è un lavoro consigliatissimo dalla casa costruttrice da eseguire una volta l’anno, da non sbagliare con il Controllo di Efficienza Energetica che va eseguito ogni due anni, dove il tecnico esegue la prova dei fumi e appone il bollino.

Pulire il bruciatore della caldaia a condensazione ogni anno evita il formarsi di scorie che si depositano sulla serpentina dello scambiatore limitando progressivamente il passaggio dei fumi e diminuendo lo scambio termico aumentando cosi i consumi del gas.

Pulizia caldaia a condensazione Radiant con scambiatore in acciaio a spirale

La pulizia della caldaia a condensazione consiste sostanzialmente nel rimuovere il coperchio del bruciatore e verificarne lo stato dello scambiatore. Nella caldaia con scambiatore a spirale si procede alla pulizia con una spazzola per rimuovere le scorie. Successivamente vengono aspirate per evitare che vadano ad intasare le intercapedini tra tubo e tubo della serpentina dove normalmente defluisce la condensa ed i fumi di scarico. Poi viene provato con dell’acqua per controllare che i passaggi di scarico della condensa siano liberi e puliti. Si procede quindi alla pulizia del sifone dello scarico della condensa per evitare eventuali problemi di funzionamento della caldaia dovuti appunto al totale intasamento dello scarico condensa fumi sotto il bruciatore.

Rimontato il coperchio, i controlli successivi sono: verificare la pressione del vaso di espansione ( o polmone) e pulire l’eventuale filtro defangatore.

Rimessa in funzione si passa a controllare il funzionamento della caldaia a condensazione alla massima potenza di funzionamento ponendola in modalità test. Si verifica che accensione della fiamma e modulazione del ventilatore sia silenzioso ed efficiente, si controlla che il circolatore (o pompa riscaldamento) non lamenti vibrazioni e soprattutto che la caldaia non emetta strani rumori e gorgoglii.

Al termine di tutti i controlli il tecnico rilascerà un rapporto di controllo di efficienza energetica.

Di Emanuele Gori

Una vita passata tra impianti di riscaldamento e condizionamento, appassionato di tecnologia

Fai sapere cosa ne pensi. Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.