Categorie
Condizionatore

Quanto costa ricaricare un condizionatore d’aria

La carica del gas refrigerante potrebbe apparire un operazione alla portata di qualsiasi idraulico, ma non è esattamente cosi, poichè la gestione del gas refrigerante è soggetta a normative europee molto rigide

Iscriviti alla newsletter e ricevi nella tua email le novità.

Avvicinando la mano davanti al condizionatore l’aria che esce non è fredda e la prima cosa che viene in mente è forse che il condizionatore è scarico di gas.

Sfatiamo un mito: il gas refrigerante contenuto all’interno del circuito del condizionatore d’aria non dovrebbe mai esaurirsi perchè trattasi di un circuito chiuso e quindi, esclusi altri problemi di malfunzionamento, solamente una perdita dello stesso provoca l’esaurimento del gas refrigerante.

La tua pubblicità qua Info

Oggi giorno la perdita del gas frigorifero è un problema non semplice da risolvere perchè negli anni la normativa ha obbligato il tecnico o la ditta incaricata ha ricercare e riparare la perdita prima di effettuare la ricarica di gas refrigerante.

La ricerca della perdita non è un’operazione facile e può durare anche diverse ore. Dopo la riparazione è obbligo effettuare una prova di tenuta dell’intero circuito idraulico del condizionatore.

Prima della ricarica c’è ancora da effettuare un operazione fondamentale: il vuoto dell’intero circuito mediante una speciale pompa del vuoto.

Riassumendo le operazioni che il tecnico o la ditta incaricata deve obbligatoriamente svolgere prima della corretta ricarica del condizionatore sono:

  • verifica se veramente il climatizzatore è scarico di gas mediante gruppo manometrico refrigerante;
  • ricerca guasto e procede alla riparazione;
  • verifica tenuta del circuito frigorifero;
  • esegue il vuoto del circuito frigorifero mediante pompa del vuoto;

Ultimate le operazioni di preparazione alla ricarica del condizionatore il tecnico prende visione della quantità necessaria di gas refrigerante necessaria riportata sulla targhetta dell’unità esterna del condizionatore.

Mediante una bilancia elettronica per gas refrigerante e l’ausilio del gruppo manometrico provvede alla giusta ricarica del gas refrigerante.

La carica del gas refrigerante potrebbe apparire un’ operazione alla portata di qualsiasi idraulico, ma alla prova pratica non è esattamente cosi, poichè  come detto in precedenza la gestione dei gas refrigeranti è soggetta a normative europee molto rigide.

Solo un tecnico abilitato dotato di certificato FGas può eseguire le operazioni di riparazione e ricarica del gas refrigerante.

Il costo per ricaricare un condizionatore d’aria, alla luce di quanto spiegato, dipende dalla somma delle operazioni svolte dal tecnico per ripristinarne il funzionamento.

Di Emanuele Gori

Una vita passata tra impianti di riscaldamento e condizionamento, appassionato di tecnologia

Fammi sapere cosa ne pensi. Lascia un commento